lunedì 1 febbraio 2016

Novità Fazi febbraio 2016

Novità Fazi editore per il mese di febbraio

narrativa

Data d'uscita: 18 Febbraio 2016

Titolo: Al di là del nero
Autore: Hilary Mantel
Collana: Le strade
Prezzo cartaceo: 18€
Pagine: 486

TRAMA
La corpulenta Alison si guadagna da vivere come medium, contattando i morti durante affollate sedute nelle cittadine del Sudest. Le sue performance sono architettate ad hoc per soddisfare i clienti: Alison unisce le sue doti di deduzione psicologica alla credulità del suo pubblico. Eppure non è una ciarlatana: crede sul serio nel contatto con il mondo degli spiriti, il luogo «al di là del nero». Lei stessa è perseguitata dai fantasmi del suo passato, che s’impadroniscono della sua casa, del suo corpo e della sua anima, e più cerca di liberarsene, più loro acquistano forza e cattiveria… Di solito non è il mio genere ma questo libro ha quel certo "je ne sais quoi" che mi ha convinto ad acquistarlo appena sarà disponibile!!

Titolo: Le acque torbide di Javel
Autore: Léo Malet
Prezzo: 14 €

TRAMA
In occasione del ventesimo anniversario dalla morte dell’autore, riprendiamo la pubblicazione di un maestro del noir con un romanzo finora inedito. Per la serie I nuovi misteri di Parigi ritroviamo l’affascinante Nestor Burma, autentico mito moderno, investigatore privato sciupafemmine e trovacadaveri dalla lingua sarcastica. Uno che la pistola ce l’ha ma preferisce usare il cervello.





Titolo: Una famiglia decaduta
Autore: Nikolaj Ieskov

TRAMA
Una nuova edizione per il capolavoro di Leskov, considerato dalla critica uno dei più grandi scrittori russi dell'Ottocento, insieme a Tolstoj, Dostoevskij e Turgenev. Scritto nel 1874, è forse il romanzo in cui Leskov riconosce più chiaramente l'attimo tremendo che lega la gioia allo sconforto, quando la felicità si comincia a fare desiderio e timore. È l'esistenza nella sua pienezza, la semplicità assoluta degli uomini a raccontare come la vita, quanto più ricolma, già decada e dia conto di una fatica ineluttabile, dello sconforto per ciò che deve fallire. È proprio questa verità, ripetuta in filigrana, pagina dopo pagina, a commuovere da sempre i lettori.




saggistica


Titolo: Breve storia del futuro Edizione rivista e aggiornata
Autore: Jacques Attali

TRAMA
Uno dei saggi fondamentali del celebre economista e intellettuale francese, rivisto e aggiornato agli ultimi scenari mondiali. A partire da ciò che ci insegnano la storia e la scienza, Attali delinea come si evolveranno i rapporti tra le nazioni, le forme di mercato, il terrorismo, i cambiamenti climatici e gli sconvogimenti demografici. Il libro ha ispirato una apprezzatissima mostra allestita al Louvre di Parigi e a Bruxelles, che arriva a Milano a marzo.

Titolo: Sexout - L'arte di ripensare il sesso
Autore: Wilhelm Schmid

TRAMA
Un nuovo e folgorante saggio del celebre filosofo tedesco, autore del bestseller Serenità, l'arte di saper invecchiare. «Sex is fun» è stato uno degli slogan più popolari degli ultimi decenni. Ma è davvero così? Oppure per tanti il sesso è diventato un problema in più? In questo agile volume, Schmid affronta il problema con la sua arma più affilata, quella della filosofia, e propone dieci possibili risposte all’antico dilemma «Che fare?», che ci assilla quando sprofondiamo in un sexout. Dieci strade per ripensare il sesso, dieci modi alternativi di accostarvisi che, allo stesso tempo, rappresentano anche un’introduzione anticonformista alla filosofia – una disciplina, tutt’altro che asessuata.

Titolo: Manuale di sopravvivenza dell'attore non protagonista
Autore: Ninni Bruschetta

TRAMA
In queste pagine parla il ministro Magno, cinico politico del film record d’incassi Quo Vado?; parla Duccio, direttore della fotografia nell'apprezzata serie tv Boris; parla anche Alfiere, membro del gruppo che partecipò all’arresto del boss Provenzano in Squadra antimafia; e parla Ninni Cassarà, commissario che lavorò nel pool antimafia in Paolo Borsellino. Il racconto di una carriera portata avanti con amore nella confessione autobiografica di un attore che, a diventare protagonista, non ce l’ha fatta. O forse sì.

Nessun commento:

Posta un commento

Ultime recensioni