venerdì 18 marzo 2016

Rubrica: Cover a confronto

Oggi per cover a confronto vediamo un libro di Harper Lee, "il buio oltre la siepe".

TRAMA
In una cittadina del "profondo" Sud degli Stati Uniti l'onesto avvocato Atticus Finch è incaricato della difesa d'ufficio di un "negro" accusato di violenza carnale; riuscirà a dimostrarne l'innocenza, ma l'uomo sarà ugualmente condannato a morte. La vicenda, che è solo l'episodio centrale del romanzo, è raccontata dalla piccola Scout, la figlia di Atticus, un Huckleberry in gonnella, che scandalizza le signore con un linguaggio non proprio ortodosso, testimone e protagonista di fatti che nella loro atrocità e violenza non riescono mai a essere più grandi di lei. Nel suo raccontare lieve e veloce, ironico e pietoso, rivive il mondo dell'infanzia che è un po' di tutti noi, con i suoi miti, le sue emozioni, le sue scoperte. 




La versione italiana della Feltrinelli mi piace molto, questo uccello mi da idea di libertà! Anche quella originale non mi dispiace, è sempre sui toni del giallo e c'è sempre questo uccello, anche se in forma stilizzata!

L'AUTRICE
Harper Lee è una scrittrice americana. Nata nel 1926 in Alabama, si appassiona fin da giovanissima alla lettura e alla letteratura. Negli anni dell'università dirige il giornale umoristico degli studenti, 'Rammer Jammer', curando una rubrica chiamata 'Commento caustico'. Il progetto di laurearsi in legge, seguendo le orme del padre avvocato, sfuma sei mesi prima della laurea, e nel 1949 Harper Lee si trasferisce a New York, raggiungendo l'amico di infanzia Truman Capote. Lavora come impiegata per la Eastern Air Lines e la British Overseas Airways e inizia a sviluppare il nucleo di quello che sarà il suo unico romanzo pubblicato, dallo straordinario successo: ‘Il buio oltre la siepe’. Rifiutata in un primo tempo da numerosi editori, l'opera vede la pubblicazione nel 1960 e lo stesso anno vince il Premio Pulitzer. Successivamente la scrittrice collabora con Capote alle ricerche per l'ideazione del suo romanzo 'A sangue freddo' e pubblica alcuni articoli; un secondo romanzo, 'The reverend', non viene mai dato alle stampe. Di carattere schivo e riservato, Harper Lee conduce una vita lontana dagli ambienti letterari e dalle premiazioni; una delle rare eccezioni è la presenza alla consegna della più alta onorificenza civile statunitense, la Medaglia presidenziale della Libertà, che le viene attribuita nel 2007 per il contributo eccezionale del suo romanzo alla letteratura statunitense e mondiale.

2 commenti:

  1. A me piacciono molto entrambe *_* forse un po' di più quella italiana :)

    RispondiElimina

Ultime recensioni