martedì 7 novembre 2017

Le scatole di felicità - Carl Norac e Claude K. Dubois

Stamattina sulla pagina ho segnalato questo albo illustrato edito da Babalibri, che mi piace davvero tanto!

Titolo: Le scatole di felicità
Autori: Carl Norac,Claude K. Dubois
Traduttore: F. Rocca
Editore: Babalibri
Anno edizione: 2015
Pagine: 32 p., ill. , Rilegato
Prezzo: 11 € (qui)
EAN: 9788883623295

TRAMA
Lola, come regalo, ha voluto due scatole, una grande e una piccola. Le ha chiamate le sue scatole di felicità, quella piccola per le piccole felicità e quella grande per le grandi felicità! «Che stupidaggine» dice suo fratello Teo. Prima di dormire Lola inizia a riordinare le felicità: il vecchio orsetto Alfonso, piccola o grande felicità? Grande! La collezione di conchiglie? Piena di piccole felicità. La cartolina con la scimmia del suo amico Simone? Certamente una grande felicità! Il giorno dopo ecco che Luca e la sua banda di bulletti iniziano a prenderla in giro: «Ehi Lola, tuo fratello ci ha detto tutto delle tue stupide scatole!». Lola ce l’ha con Teo, il traditore, e non lo perdonerà fino a quando...

DI COSA PARLA E PERCHE' MI PIACE QUESTA STORIA?




Lola è una piccola cricetina che per il compleanno al posto di un giocattolo, chiede alla mamma due scatole da costruire!









Vuole raccogliere le piccole e grandi cose che la fanno felice per ricordarsene in futuro: i regali dei suoi amici, i sogni e tutti gli oggetti che le piacciono.

Lola è molto gelosa delle sue scatole e non vuole condividerle con nessuno.Il fratellino Teo non ne capisce l'utilità e fa la spia così Lola viene spesso presa in giro dagli amici.




Con il tempo, vedendo che nessuno condivide con lei il suo gioco si rattrista e non riesce a perdonare il fratellino che per farle un dispetto, continua a riempire le sue preziose scatole di cose inutili.

Appena l ho visto mi sono piaciute tanto le immagini di questo libro e la dolcezza della protagonista. Una storia semplice ma che racchiude in se tante emozioni: felicità, tristezza, perdono. Consigliato per bambini da 4 anni in su.





9/10

Nessun commento:

Posta un commento

Ultime recensioni