lunedì 5 maggio 2014

RECENSIONE: Fino all'ultimo respiro di Rebecca Domino

Pagine: 290
Sito utile: http://rebeccadomino.blogspot.it
Pagina Goodreads: http://www.goodreads.com/book/show/21976662-fino-all-ultimo-respiro
Pagina Facebook dell'autrice: https://www.facebook.com/pages/Rebecca-Domino/693040774089231?skip_nax_wizard=true

Breve biografia dell'autrice
sono nata nel 1984, e da sempre sono appassionata di scrittura. Dopo aver messo da parte questa mia grande passione per molti anni, sono tornata a scrivere e adesso è ciò che mi piace di più fare. Sono anche un'appassionata viaggiatrice e lettrice. "Fino all'ultimo respiro" è il mio secondo romanzo; "La mia amica ebrea" è il mio romanzo d'esordio. Prezzo: GRATUITO Se vuoi leggere il romanzo, mandami una mail arebeccaromanzo@yahoo.it, te lo invierò volentieri. Incoraggio i miei lettori a fare una donazione libera e sicura sulla mia pagina raccolta fondi di Justgiving.com, per l'ente benefico "Teenage Cancer Trust". Info per le donazioni: http://rebeccadomino.blogspot.it/p/supporta-teenage-cancer-trust.html T

TRAMA
Allyson Boyd è una diciassettenne come tante, nata e cresciuta ad Avoch, piccolo paesino scozzese. Un giorno deve andare a portare dei compiti a una ragazza della sua stessa scuola, Coleen Hameldon, e la sua vita cambia per sempre. Perché lei e Coleen diventeranno migliori amiche. E perché Coleen sta lottando da due anni e mezzo contro la leucemia. Nella vita di Allyson entrano parole come chemioterapia, effetti collaterali, trapianto di midollo osseo, ma Coleen non vuole compassione. Vuole solamente una vita normale; una vita fatta di risate, scherzi, esperienze, viaggi, musica, chiacchiere e confidenze, fino a quando non sarà costretta a prendere una decisione che cambierà la sua vita, quella di Allyson e delle altre persone che le vogliono bene. È possibile non avere paura della morte? Ed è possibile insegnare a vivere? Una storia sulla speranza, un inno alla vita. Un romanzo che ci ricorda il coraggio quotidiano di tutti gli adolescenti che lottano contro il cancro e quello degli amici al loro fianco. Il libro esce il 19 maggio
LA MIA RECENSIONE
Di cosa parla questo libro? Innanzitutto di amicizia, un'amicizia vera che con il tempo diventa qualcosa di talmente forte che non si ferma nemmeno di fronte a una malattia grave come può essere una cancro. Allyson che tutti chiamano Allie è una ragazza di 17 anni come tante che casualmente su insistenza della sua migliore amica si reca all'ospedale a consegnare i compiti a Coleen, una ragazza ricoverata in seguito a una leucemia. Le prime volte è intimorita e non si avvicina consegnandoli direttamente ai genitori oppure entra frettolosamente in camera per lasciarglieli sul comodino. Con il tempo però, si rende conto di volerla conoscere e i compiti diventano un pretesto per incontrarla e comincia ad avvinarsi sempre di più a lei trascorrendo ogni suo momento libero in ospedale. Le due ragazze vanno molto d'accordo e diventano subito molto amiche. Con il passare del tempo sembra che Coleen stia meglio e l'amica comincia a farle conoscere i suoi genitori e suo fratello, la porta fuori, l'accompagna a vedere le balene e al concerto degli One Direction il suo gruppo preferito. Man mano che si prosegue con la lettura ci si rende conto di come l'autrice cerchi di mettere in luce le false amicizie ossia le persone che Coleen frequentava prima della malattia. Riesce veramente molto bene a descrivere come, man mano che la sua situazione si aggrava, queste si siano velocemente dileguate e non abbiano più nessun contatto con lei. (Cosa a mio dovere abbastanza triste ma che purtroppo è una vera realtà...) Coleen nonostante tutto è una ragazza molto forte e non obbliga nessuno a starle vicino, sostiene che tutti devono fare le proprie esperienze, vivere la propria vita da diciassettenni e non giudica quelle che fino a poco tempo fa erano sue amiche e ora non vanno più a trovarla non chiedondole nemmeno come sta. E' ben felice di ascoltare tutti i racconti di Allie, soprattutto quando parla di Scott ragazzo con cui si è fidanzata da un po' e quando parla di suo fratello, del quale Coleen ha una certa simpatia. Anche con l'aggravarsi della malattia Allie non smette mai di restare in contatto con Coleen e la sua famiglia, andandola a trovare a casa o in ospedale e quando è troppo debole a sentirla per telefono. E' subito pronta a correre da lei nei momenti in cui la situazione peggiora e cerca di stare vicino ai suoi genitori quando i medici danno la triste notizia che purtroppo la malattia è in stato terminale. Nel momento in cui Coleen decide di vivere il poco tempo che le resta senza soffrire e decide di interrompere le terapie, Allie si rende conto di quanto la vita sia ingiusta...perchè tutto questo è successo alla sua amica e non a lei? E nonostante tutto vede che ha una voglia di vivere molto più forte della malattia e anche se ha paura di perdere la sua amicizia e di lasciarla andare al proprio destino decide di esserci e di tenerle la mano fino alla fine. Il libro parla proprio di questo e di come si possa vivere serenamente anche di fronte a un problema così grave come può essere il cancro, e la cosa diventa ancora più difficile da accettare perchè è vista dal punto di vista di una ragazza molto giovane che deve ancora fare molte esperienze nella vita ma che nonostante questo cerca comunque di reagire e di vedere la vita come qualcosa di meraviglioso! Non so se si è capito ma questo è un libro che mi ha dato molto e mi ha molto coinvolta sicuramente mi resterà a lungo nel cuore...è un libro che da molta forza sia a chi ha la sfortuna di dover affrontare questa brutta malattia sia a chi è vicino a queste persone speciali! Non posso che consigliarne la lettura! Brava Rebecca!!!!

GRADIMENTO
10/10

Nessun commento:

Posta un commento

Ultime recensioni