venerdì 30 giugno 2017

Challenge LPS di giugno: Liberasempre di Nina Palmieri

Per la challenge di giugno ci è stato chiesto di leggere un genere che non leggiamo spesso e io ho scelto una storia vera.

Titolo: Liberasempre. Storia vera di Ayse Durtuc
Autrice: Nina Palmieri
Editore: Mondadori
Collana: Ingrandimenti
Anno edizione: 2016
Pagine: 168 p., Rilegato
Prezzo: cartaceo 17 € ebook 9,99 € (qui)
EAN: 9788804663805 Note

TRAMA
"Sono Ayse, ho diciannove anni. I capelli neri lunghi a cui tengo tanto. Credo di avere anche un bel sorriso. Me lo dicono tutti. Da qualche giorno ho lasciato la mia città per raggiungere il mio fratellino da mia nonna, in Turchia. Questa volta, però, non sono qui in vacanza. Questa volta sono qui contro la mia volontà. Credo che tecnicamente si dica rapita." Ayse Durtuc è una ragazza italiana, nata e cresciuta a Siracusa, figlia di genitori turchi molto rigidi e tradizionalisti. Di nascosto da loro, Ayse cerca di emanciparsi: ha un ragazzo, Antonio, e un'amica del cuore, Chiara, che le regala il primo paio di jeans e l'illusione di una vita normale. Perché è questo che Ayse sogna, poter vivere come tutte le ragazze della sua età. Ma i genitori non approvano quel suo stile di vita "troppo occidentale", e un giorno, con l'inganno, la mandano in Turchia dalla famiglia paterna, dove verrà trattenuta contro la sua volontà e le sarà impedito di mettersi in contatto con i suoi amici. Insospettita da quel lungo silenzio, Chiara contatta il programma televisivo "Le Iene", e grazie alla tenacia dell'inviata Nina Palmieri e del suo collega Nicola Barraco, e all'intervento delle forze dell'ordine, dopo alcuni mesi Ayse sarà liberata e potrà tornare in Italia. È la stessa Nina Palmieri a raccontare in questo libro la storia di Ayse. Una storia che ci mostra uno spaccato del nostro presente, e dell'eterna lotta delle ragazze contro l'ottusità e i pregiudizi.

LA MIA RECENSIONE
Sicuramente avete già sentito parlare o visto il servizio televisivo delle Iene che rigurdano Ayse, una ragazza diciannovenne nata da genitori turchi ma cresciuta a Siracusa in Sicilia. Da sempre sottomessa al padre, fin da piccola è abituata ad andare a scuola e restare in un'angolo, con la vicinanza di sole persone di genere femminile. Anche crescendo cerca in tutti i modi di non trasgredire, ogni minimo sbaglio é occasione per essere picchiata. Secondo le tradizioni estreme del padre infatti, non le è permesso di avere nessun contatto con i maschi ne di vestire come tutti i coetanei. Per non parlare di passare il pomeriggio dai compagni o a una festa..il padre nega sempre e Ayse è sempre costretta a rifiutare. Fortunatamente ha una migliore amica, Chiara, che le sta sempre vicino, la trucca e le regala i primi jeans che indosserà tutte le mattine all'entrata a scuola e che con attenzione toglierà al momento di uscire. Un gesto che riesce a darle l'illusione di un po ' di normalità ma durerà poco infatti trovandoli la madre li ridurrà in mille pezzi. Ma la cattiveria dei genitori non finisce li. Con la scusa di un'incidente accaduto accaduto al fratellino Omar, riescono a portarla in Turchia contro la sua volontà privandola di documenti e cellulare facendo perdere così le sue tracce in Italia. Per l'amica Chiara questo silenzio non è normale e con il passare del tempo cerca di capire che fine ha fatto la sua amica, purtroppo senza risultati. E' proprio per questo che la ragazza coinvlge Nina Palmieri de Le Iene e grazie a lei dopo 5 mesi  Ayse sarà trovata e riportata in Sicilia dagli amici e dal fidanzato.
La storia é scritta da Nina e fa parlare direttamente i personaggi: l'amica Chiara e gli altri che parlano in prima persona ad Ayse durante la ricerca e lei che narra il periodo di prigionia e la sua vita in Italia. Nonostante la vicenda sia molto triste è confortante sapere che Ayse ha trovato amicizie vere che l'aiuteranno di certo a rifarsi una vita dopo le che le ingiustizie vissute in passato 

9/10

Nessun commento:

Posta un commento

Ultime recensioni