giovedì 26 gennaio 2017

L'anello di Beatrice - Chiara Cipolla

Ieri ho finito la seconda parte della serie di Chiara Cipolla L'anello di Beatrice ed eccovi la recensione

Genere: rosa
Pagine: 346
Prezzo: 0.99 € (qui)

TRAMA
Emma, ventisette anni, supplente di matematica, delusa dagli uomini, accetta a malincuore l’ennesimo appuntamento al buio organizzato dagli amici.È così che conosce l’affascinante ed eclettico Edward, professore di Storia Antica all’Università di Oxford, in Italia per lavoro. Non potrebbero essere più diversi: lei sogna il grande amore, quello che legge nei romanzi rosa; lui cerca solo avventure occasionali. Lei è carina, solare e sempre disponibile ad aiutare tutti. Lui è bellissimo, schivo e spesso allergico alle relazioni umane. Eppure l’attrazione che li lega è talmente forte, che li coinvolge fin dal primo incontro, e la passione li travolgerà come un treno in corsa.Ma quando tutto sembra ormai scritto, le ferite e i legami del passato di Edward si insinuano tra lui ed Emma e rischiano di spezzare quel rapporto unico che hanno creato insieme.

Genere: rosa
Pagine: 241
Prezzo: 0.99 € (qui)

TRAMA
Emma, di nuovo sola, dopo aver visto infrangersi i suoi sogni d'amore con Edward, torna a casa dilaniata dal dolore. Troverà in sé la forza per rialzarsi, come ha sempre fatto?La sua percezione della vita però adesso è diversa. Gli equilibri cambiano davanti al suo dolore, alcune amiche si allontanano, mentre altri si avvicinano, come Vittorio, l'amico superficiale, che si rivela un compagno prezioso. Fra i due nasce un rapporto sospeso tra un’amicizia profonda e un amore impossibile, almeno fino a quando il destino non farà il suo ingresso a Palazzo Pitti.Ma soprattutto ora Emma ha uno scopo, Beatrice, ed un anello al dito. Un anello la cui circolarità riporta i protagonisti al punto dove tutto ha avuto inizio, e li costringerà a rimettersi in gioco una volta per tutte.

LA MIA RECENSIONE
Ringrazio innanzitutto l'autrice per avermi inviato il suo libro e Mary per avermelo consigliato (passate tutti sul suo blog salottino libroso). Ci troviamo a Bologna e la protagonista è Emma una ragazza orfana che vive circondata dall'affetto dei suoi amici più cari. I più importanti sono Gianluca e Vittorio che tentano in un tutti i modi di farle incontrare l'amore della sua vita. L'occasione si presenta a una delle tante cene organizzate in casa in cui Vittorio si presenta accompagnato da un bellissimo ragazzo inglese, Edward. Emma comincia a chiamarlo subito piccolo Lord per i suoi comportamenti gentili ed educati. Tra i due nascerà subito una simpatia e per tutto l'arco del romanzo l'amore tra i due crescerà sempre di più. Lui vissuto sempre con regole e imposizioni vedrà in Emma una ragazza semplice e spontanea e grazie a lei riuscirà ad aprirsi e conoscerà il significato del vero amore. Tutto il libro é scritto in prima persona con il punto di vista di Emma, l'unica cosa negativa della prima parte è la descrizione delle scene erotiche tra i due che ha reso un po' lenta la lettura, a mio parere non era necessario andare molto nei particolari l'amore tra i due è talmente forte che si percepisce ugualmente. La seconda parte mi è piaciuta molto di più perché affronta molti temi importanti, è più ricca di segreti che man meno vengono svelati e ha molti colpi di scena. L'amore, che nel primo libro é visto principalmente come i suoi aspetti positivi nel secondo ci appare anche con i suoi lati negativi come rinuncia, gelosia, isolamento e sofferenza. Il passato non si può dimenticare ed Emma che all'inizio si trova triste e sola si scoprirà con il passare del tempo forte e decisa nelle sue scelte. Non si può fingere, cancellare il passato e nemmeno nascondere quello che veramente si prova per qualcuno se si vuole bene veramente.

1 commento:

  1. Bellissima recensione
    Bravissima Lara
    Concordo a pieno con le tue impressioni.

    RispondiElimina

Ultime recensioni