sabato 14 aprile 2018

Sempre d'amore si tratta - Susanna Casciani

Ieri abbiamo finito la lettura condivisa del libro di Susanna Casciani, uscito all'inizio del mese

Titolo: Sempre d'amore si tratta
Autrice: Susanna Casciani
Editore: Mondadori
Collana: Novel
Anno edizione: 2018
Pagine: 163 p., Brossura
Prezzo: 16 € (qui)
EAN: 9788804675495

TRAMA
E la piccola Livia di doni ne ha eccome. Come si fa a non accorgersene? Lei è una che quando si muove assomiglia a una nuvola trascinata dal vento, capace di rendere più colorato tutto quello che tocca. È timidissima, parla poco, però sorride a tutti. E poi ama scrivere, perché farlo la fa sentire diversa, nel senso di speciale, come se nelle sue vene al posto del sangue scorressero le parole. È un cuore puro il suo, e fragile, e per questo avrebbe bisogno di essere accudito e protetto. Però si sa, le stelle, le stesse alle quali Livia bambina si rivolge sommessamente tutte le sere, seduta sul terrazzo di casa, molto spesso si fanno gli affari loro e non sempre hanno voglia di guardare giù, di ascoltarci. Infatti, a un certo punto, nella vita di Livia accade qualcosa che le inceppa il cuore. Coll'aggravarsi della depressione della madre, tutto per lei diventa faticoso, difficile. Ragazzina sognatrice e poi giovane donna, Livia cerca comunque di spiccare il volo ma, quasi fosse una farfalla con un'ala di seta e una di piombo, non fa che sbattere da tutte le parti rovinando puntualmente al suolo. Così, caduta dopo caduta, sfinita da un amore – quello per la mamma malata – che si ciba della parte migliore di lei, inizia a non fare più caso alle piccole magie che accadono ogni giorno e finisce per rassegnarsi a lasciare andare tutti i suoi sogni. Quel che non sa è che l'amore è più potente di qualsiasi delusione e sa farsi largo anche tra le macerie di una vita che odora di terra bruciata come la sua...

LA MIA RECENSIONE
Questo libro racconta la storia di Livia dall'infanzia all'età adulta. Da sempre vissuta con una madre con evidenti stati di depressione, il padre ha riposto in lei grandi aspettative. Era lei costretta ad esserci negli stadi più bui della malattia, quando la madre era nel suo mondo, e non riusciva ad uscirne. E questo, con il tempo, l'ha portata a sentirsi responsabile per ogni suo cambiamento d'umore impedendole di lasciarla e di vivere la sua vita. Ma a un certo punto le cose sono inevitabilmente destinate a cambiare.
Il libro è molto particolare, ogni capitolo è narrato da una persona diversa che ha, in modi diversi, rapporti con Livia: il padre, l'amica, il fidanzato dell'epoca...e con il passare del tempo la figlia ed ognuno racconta la storia dal suo punto di vista.
L'autrice è stata molto brava ad affrontare il tema difficile della depressione in modo semplice e mai banale. Non fa mai provare compassione ma spiega anche in modo molto dettagliato gli stati d'animo di chi questa cosa la vive e di chi ne è vicino e deve gestire la situazione, in alcuni momenti restando anche impotente di fronte a questa persona che, come si dice spesso nel libro, "è nata triste".

9/10

1 commento:

  1. Ciao, mi ispira molto questo romanzo, e poi la narrazione così strana, non ho mail letto niente del genere, credo proprio lo leggerò.

    A presto,
    Annalisa
    Lettrice di Libri

    RispondiElimina

Ultime recensioni