mercoledì 8 aprile 2015

Recensione: Storia di uomini invisibili di Giacomo Festi

Una nuova recensione dalla casa editrice Nativi Digitali

Genere: romanzo contemporaneo, fantastico
Titolo: Storia di Uomini Invisibili
Autore: Giacomo Festi
Editore: Nativi Digitali Edizioni
Prezzo ebook: 2.99€ (qui)
Formato: ebook (epub, mobi, pdf)
Lunghezza: 160 pagine
Data di uscita: 17 dicembre 2013

TRAMA
Tommaso Bernini è un trentenne di successo: un bel lavoro, una bella fidanzata, una bella casa. Eppure, un giorno qualcosa in lui si rompe.
Tommaso impazzisce, tutte le sue certezze si sgretolano e finisce in un centro di igiene mentale, dove si rende conto che la sua vita non tornerà mai la stessa. Qui prende una decisione: non vuole tornare in una società che ignora e disprezza "quelli come lui". Meglio diventare invisibile. E così, la gente smette davvero di vedere Tommaso, che vaga nudo e indisturbato per la città.
Il suo punto di contatto col mondo è un altro "invisibile", Franco, un ragazzone affetto da disturbi mentali e ignorato dalla gente, l'unico che lo può vedere e che lo ospita a casa sua, instaurando con lui una bizzarra amicizia.
A turbare la pace di Tommaso è però ancora la società, rappresentata dagli altri inquilini del condominio, anche loro costretti dai propri errori a rimanere bloccati in un'esistenza incolore e frustrante. Tra violenze, trasgressioni e tradimenti, quale sarà il destino di questi uomini e donne invisibili?
"Storia di Uomini Invisibili", opera d'esordio del ventitreenne Giacomo Festi, è un romanzo che dietro a una patina fantastica racconta la crudeltà della nostra società e le sofferenze degli uomini dei nostri tempi. La storia di Tommaso, Franco e degli altri "invisibili" appassiona e fa riflettere: non siamo in fondo un po' tutti invisibili, a modo nostro?
RECENSIONE e GIUDIZIO
La storia si apre con Tommaso che ad un certo punto impazzisce e viene portato dal padre in un un'istituto di igiene mentale il Sant'Ezechiele dal quale poi scappa. Non si capisce bene poi in che modo diventa invisibile forse perchè lo desidera talmente tanto, che ci riesce. Si sente diverso e per tutto il romanzo viene evidenziata la sua inadeguatezza nei confronti della società e proprio per questo ha un'unico scopo: fuggure allo sguardo ed al giudizio degli altri. Incontra molte persone a loro volta invisibili anche se visibili all'occhio umano a cominciare da Franco, assunto dal comune per cancellare i segni a matita che gli studenti lasciano sui libri della biblioteca. E' un signore rimasto bambino e proprio per questo forse è l'unico a vedere Tommaso e ad accoglierlo in casa sua. Ci sono poi i vicini di casa di Franco e Tommaso capisce subito qualcosa non va in loro. Andrea il marito picchia continuamente la moglie Giulia mentre questa lo tradisce con un altro signore, Giovanni, spacciatore e tossicodipendente. In tutto il romanzo si narra le vicende dei vari personaggi, il loro carattere e le loro debolezze ma tutti hanno in comune la condizione di invisibili nei confronti della società.

7/10

Nessun commento:

Posta un commento

Ultime recensioni