Recensioni presenti sul blog

domenica 31 gennaio 2016

Riepilogo letture di gennaio

Nel mese di gennaio ho letto 8 libri:

- REGINA ROSSA di Victoria Aveyard (qui)

- CAFFE' E TRUCIOLI DI SOLE di Federica Di Iesu inviato gentilmente dall'autrice (qui)

- ATTIMI DI NOI inviato da Rebecca (qui)
 
- THE QUEEN OF THE TEARLING di Erika Johansen letto per la Challenge su LPS (qui)

- HO VOGLIA DI INNAMORARMI di Cassandra Rocca inviato gentilmente in anteprima dalla Newton Compton (qui)

- LE MANI DELL'ASSASSINO di Tareq Imam inviato gentilmente da Atmosphere Libri (qui)

- IL BAMBINO CON IL PIGIAMA A RIGHE di John Boyne (qui

- ho cominciato LA NOTTE CHE HO DIPINTO IL CIELO di Laure Estelle inviato in anteprima da Deagostini 
(qui)

In questo mese ho letto parecchi libri non me l'aspettavo! Ho scelto due libri che avevo in lista da tempo REGINA ROSSA e THE QUEEN ON THE TEARLING e devo dire che mi hanno molto sorpresa, mi sto appassionando sempre di più al genere young adult - fantasy - distopico. ATTIMI DI NOI una raccolta di racconti scritti da adolescenti con il cancro e IL BAMBINO CON IL PIGIAMA A RIGHE letto mercoledì 27 per la giornata della memoria sono stati molto brevi e li ho letti in pochissimo tempo ma nello stesso tempo mi hanno dato veramente molto. Ho tentato di leggere un anche LE MANI DELL'ASSASSINO un genere che non apprezzo a pieno, ma che ritenterò sicuramente leggere in futuro. Ringrazio le case editrici per avermi inviato in anteprima i loro libri, cosa che mi fa davvero molto piacere!

Rubrica: The best cover

La miglior copertina della settimana, mi ispira sia come cover che come trama, voi l'avete letto?

Titolo: La ragazza con la bicicletta rossa
Autore: Hesse Monica
Prezzo di copertina: € 17,50 in eBook a € 9,99(qui)
Dati: 2016, 298 p., rilegato
Traduttore: Manzolelli C.
Editore: Piemme

TRAMA
È l’inverno del 1943 ad Amsterdam. Mentre i cieli europei sono sempre più offuscati dal fumo delle bombe, Hanneke percorre ogni giorno, con la sua vecchia bicicletta rossa, le strade della città occupata. Ma non lo fa per gioco, come ci si aspetterebbe da una ragazzina della sua età. Hanneke è una “trovatrice”, incaricata di scovare al mercato nero beni ormai introvabili: caffè, tavolette di cioccolato, calze di nylon, piccoli pezzetti di felicità perduta. Li consegna porta a porta, e lo fa per soldi, solo per quello: non c’è tempo per essere buoni in un mondo ormai svuotato di ogni cosa. Perché Hanneke, in questa guerra, ha perso tutto. Ha perso Bas, il ragazzo che le ha dato il primo bacio, e ha perso i propri sogni. O almeno così crede. Finché un giorno una delle sue clienti, la signora Janssen, la supplica di aiutarla, e questa volta non si tratta di candele o zucchero. Si tratta di ritrovare qualcuno: la piccola Mirjam, una ragazzina ebrea che l’anziana signora nascondeva in casa sua… Hanneke, contro ogni buon senso, decide di cercarla. E di ritrovare, con Mirjam, quella parte di sé che stava quasi per lasciar andare, la parte di sé in grado di sperare, di sognare, e di vivere.

Libri più venduti dal 18/01 al 24/01

I dieci libri più venduti la scorsa settimana

Il nome di Dio è misericordia (qui)

Nei tuoi occhi (qui)

Non me li tangere (qui)

E' tutta vita (qui)
Urla nel silenzio (qui)

La ragazza del treno (qui)

Storia di un cane che insegnò..(qui)

La moglie perfetta (qui)

Life and death (qui)

La ragazza nella nebbia (qui)

Rubrica: The best book

Il libro più bello di questa settimana è quello di Cassandra Rocca, che ho letto in anteprima! Passate qui per vedere la recensione completa!

Titolo:  Ho voglia di innamorarmi
Autore: Rocca Cassandra
Prezzo di copertina: € 9,90 (qui)
Dati: 2016, 314 p., rilegato
Editore: Newton Compton (collana Anagramma)

TRAMA
Da quando ha lasciato casa e famiglia per trasferirsi a Los Angeles, Heaven Taylor ha un solo desiderio: trovare la propria strada e sentirsi una donna e soprattutto una giornalista realizzata. Ma la concorrenza è agguerrita e non è facile tenersi il posto neppure in un giornale di gossip. Per riuscirci dovrà ottenere lo scoop del momento: la top model più paparazzata insieme al suo amante misterioso. Decisa a farcela, Heaven si mette sulle tracce dei due a bordo di uno yacht, incurante delle nefaste previsioni del tempo che annunciano una terribile tempesta in arrivo proprio da quelle parti. Dopo varie peripezie, e proprio mentre sembra aver ottenuto le foto tanto agognate, il fortunale si abbatte sulla costa e la povera Heaven cade nell'oceano, vanificando i suoi sogni di gloria e trovandosi a rischio di vita. A salvarla da annegamento certo è David Cooper, che sopraggiunge su una barca bianca come un principe sul suo baldo destriero. Peccato che, nonostante la bellezza statuaria, David non sia propriamente un Principe, e forse l'unica persona al mondo che Heaven sperava di non incontrare mai più...

Novità Salani febbraio 2016

Novità della casa editrice Salani, in uscita a febbraio

In uscita a gennaio il libro e a febbraio il film

Titolo: Single ma non troppo
Autore: Liz Tuccillo
Prezzo: 12,90 euro
Lunghezza: 160 pagine
Dimensione: 13,7 x 20,5 cm - Cartonato con sovraccoperta

TRAMA
Julie Jenson è una single newyorkese che lavora come addetta stampa di una casa editrice. Dopo una serata disastrosa con quattro amiche, Julie comincia a porsi delle domande. Perché a trentotto anni è ancora single? La donna decide così di mollare tutto e mettersi in viaggio, visitando vari paesi per scoprire se esiste un luogo in cui le single vivano meglio la loro situazione rispetto a quanto facciano le americane. Mentre Julie vola ai quattro angoli del globo, le sue amiche invece continuano a collezionare disavventure. Tutte finiranno per scoprire che in amore non esistono regole.

Titolo: Macchia
Autore: Pier Carlo Morello
Prezzo: 12,90 euro
Lunghezza: 224 pagine
Dimensione: 14 x 21 cm - Cartonato con sovraccoperta
ISBN: 978-88-6918-066-8

TRAMA
Per fare questo libro Pier Carlo ha riscritto ampie parti delle sue due tesi e ha prodotto molti testi inediti confrontandosi con le indicazioni e i consigli di Beppe Cottafavi, un editor che per oltre un anno ha lavorato con lui e soprattutto ha imparato a comunicare con lui. Prima assistendo alla Comunicazione Facilitata, poi direttamente via mail. Oggi i due si parlano, sono amici, vanno a cena da soli. Per litigare. Come fa ogni autore con il suo editor. Perché l'editor spesso ha fatto vane richieste all'autore, che ha la stessa radice di autistico, il quale ha sempre scritto, come è giusto, quello che pareva a lui. Questo libro è un reportage sull'autismo raccontato dall'interno, da parte di un autistico che è diventato uno scienziato dell'autismo. È un libro naturalmente imperfetto, emozionante, che fa pensare e commuove, scritto in una lingua imperfetta, originale e avvolgente: quella dell'autismo. Questo libro varca le colonne d'Ercole di una impossibilità e realizza un ossimoro: l'autobiografia di un autistico. Pier Carlo non parla.

Titolo: Il veggente
Autore: Saverio Gaeta
Prezzo: 12,90 euro
Lunghezza: 224 pagine
Dimensione: 14 x 21 cm - Cartonato con sovraccoperta
ISBN: 978-88-6918-486-4

TRAMA
Nell'ottobre del 2014 la copertina di Dabiq, il periodico dello Stato islamico, sconvolse il mondo civile, pubblicando un fotomontaggio nel quale la bandiera dell'Isis sventolava sull'obelisco dinanzi alla basilica di San Pietro. 68 anni fa, nell'apparizione romana delle Tre Fontane, una simile profezia era già stata proposta dalla Vergine della Rivelazione a Bruno Cornacchiola: "vi saranno giorni di dolori e di lutti. Dalla parte d'Oriente un popolo forte, ma lontano da Dio, sferrerà un attacco tremendo, e spezzerà le cose più sante e sacre, quando gli sarà dato di farlo". Cornacchiola è morto nel 2001, dopo una vita romanzesca segnata dapprima dall'intenzione di uccidere il papa e successivamente dalla fulminea conversione al cattolicesimo, a seguito della straordinaria esperienza del 12 aprile 1947 e di successive altre apparizioni. "Il veggente" consegnò i messaggi ricevuti dalla Vergine al Vaticano, che non ha mai ritenuto opportuno pubblicarli. Ma, per ordine della Vergine della Rivelazione, ne custodì una copia personale: oggi, dopo anni di studi e analisi, lo scrittore Saverio Gaeta ne svela integralmente i contenuti.

Novità Vallardi febbraio 2016

Novità Vallardi per febbraio

Titolo: Quarry
Autore: Max Allan Collins
Prezzo: 12,90 euro
Lunghezza: 240 pagine
Dimensione: 14,5 x 22 cm - Brossura con alette
ISBN: 978-88-6731-949-7

TRAMA
Quarry (1976) è il primo romanzo pubblicato, dove viene presentato il protagonista, un uomo misterioso dai contorni piuttosto vaghi, un “perfetto ragazzo americano” che non esita ad assassinare l’amante della moglie. La prima persona che deve uccidere da sicario è un uomo metodico e noioso, la cui strana normalità lo insospettisce. E infatti Quarry scoprirà cose molte interessanti investigando nell’atmosfera ruvida di una cittadina americana fatta di motel con piscine, bar dove si scolano superalcolici, playmate, individui loschi...

Titolo: La scelta di Quarry
Autore: Max Allan Collins
Prezzo: 12,90 euro
Lunghezza: 240 pagine
Dimensione: 14,5 x 22 cm - Brossura con alette
ISBN: 978-88-6731-950-3

TRAMA
La scelta di Quarry (2015) è l’ultimo roman- zo uscito, ma in realtà è un prequel del primo. Qui Quarry deve uccidere un killer che minaccia Broker, il suo boss: per raggiungere tale scopo, avvicina l’uomo e, tramite una serie d’inganni, ne conquista la ducia diventandone il braccio destro. Compare anche una prostituta, del genere Lolita, che riesce nell’impossibile compito di far innamorare Quarry: ma lui può permettersi la vulnerabilità dell’amore? Dopo una selvaggia imboscata si troverà a dover decidere chi intorno a lui è davvero a dabile e chi lo sta ingannando, mettendo a rischio la sua vita...

Titolo: L'infinitamente poco
Autore: Dominique Loreau
Prezzo: 12,00 euro
Lunghezza: 160 pagine
Dimensione: 12,8 x 19 cm -Cartonato con sovraccoperta
ISBN: 978-88-6731-566-6

TRAMA
Il libro approfondisce il tema dell’essenzialità, applicato a tutti gli ambiti e a tutti i momenti della vita: dall’alimentazione all’abbigliamento, dall’uso del tempo a quello del denaro, ai rapporti umani. La sobrietà suggerita dalla Loreau non è penitenziale, non esclude l’eleganza e il piacere del lusso, ma prevede che il denaro sia usato per fare esperienze utili, studiare, viaggiare, acquistare pochi oggetti di pregio al posto di tante cianfrusaglie. I libro è suddiviso in 15 capitoli con titoli suggestivi. La forma letteraria adottata dalla Loreau è quella breve, tipica dei classici componimenti ispi- razionali giapponesi: singoli pensieri, spunti di riflessione, insegnamenti sintetici ma fulminanti, citazioni da autori di tutti i tempi, orientali e occidentali (proverbi, versi, haiku...)

L'AUTORE
Dominique Loreau Giornalista e scrittrice francese, si è trasferita in Giappone da oltre vent’anni. Qui ha assimilato lo stile di vita del suo paese d’adozione e lo ha adattato e condiviso con i lettori occidenta- li nei suoi numerosi bestseller internazionali. In Italia, con Vallardi, ha pubblicato con successo L’arte della semplicità, L’arte delle liste e Il piacere della frugalità.

Titolo:Vita di corsia
Autore: Jaddo
Prezzo: 13,500 euro
Lunghezza: 260 pagine
Dimensione: 12 x 19 cm - Brossura con alette
ISBN: 978-88-6731-948-0

TRAMA
Nei 12 anni trascorsi fra università, tirocinio ospedaliero, praticantato al Pronto Soccorso e varie sostituzioni, a contatto con pazienti e colleghi di ogni tipo, superiori arroganti, esami clinici inu- tili, certificati ingestibili, incurie amministrative, la giovane Jaddo ha raccolto centinaia di brevi storie vere, dolorose o esilaranti, surreali, incredibili, che descrivono frammenti di umanità colti al volo. La scrittura della giovane Jaddo è rapida, nervosa e piena di ritmo; il ventaglio dei toni usati, dal grave al tenero, è ampio e ben alternato. Le storie catturano: sono brevi, dirette e raccontate senza tabu né abbellimenti. Impossibile per chi legge non immedesimarsi in alcuni pazienti irritan- ti o smarriti, non ridere a crepapelle per lo humour dissacrante dell’autrice, non farsi coinvolgere dalla tenerezza con cui dipinge brevi ritratti di anziani indifesi oppure non partecipare alla sua do- lorosa impotenza o alla sua collera di fronte alla disumanità o alla stupidità.

L’AUTRICE
Jaddo è lo pseudonimo di una giovane dottoressa francese che, durante i suoi anni di università e di tirocinio, ha deciso di condividere in un blog la propria vita professionale quotidiana. L’editore Univers Poche ha deciso di farne un libro, diventato poi rapidamente un bestseller in libreria in virtù dell’originalità e del talento dell’autrice.

Novità Salani ragazzi febbraio 2016

Novità della casa editrice Salani per ragazzi, in uscita a febbraio

Titolo: Nel mio paese è successo un fatto strano
Autore: Andrea Vitali
Prezzo: 12,90 euro
Lunghezza: 160 pagine
Dimensione: 14 x 21 cm - Cartonato con sovraccoperta
ISBN: 978-88-6918-388-1

TRAMA
Le cose normali sono belle: è bello sapere che dopo l’estate viene l’autunno, dopo la domenica viene il lunedì, che si nasce, si cresce e si va a scuola. Ma la troppa normalità e l’abitudine rischia - no di avvolgere il mondo nell’indifferenza - una nebbia dove nessuno più si accorge della diversità contenuta in tutto ciò che ci circonda: colori, sapori, profumi, emozioni differenti. Un giorno, in un certo paese, succede un fatto strano: la nebbia sale, spessa e bianca come il latte, confonde le cose, le persone e perfino il tempo. Com’è possibile? E come si fa a far tornare tutto come prima - prima che le cose diventino troppo ‘normali’?
L'AUTORE
Andrea Vitali è da 12 anni uno degli autori italiani più amati dal pub - blico. Con Garzanti ha pubblicato: Una finestra vista lago (2003), Un amore di zitella (2004), La signorina Tecla Manzi (2004), La figlia del podestà (2005), Il procuratore (2006), Olive comprese (2006), Il se - greto di Ortelia (2007), La modista (2008, premio Ernest Hemingway), Dopo lunga e penosa malattia (2008), Almeno il cappello (2009), Pia - noforte vendesi (2009), La mamma del sole (2010), Il meccanico Lan - dru (2010), La leggenda del morto contento (2011), Zia Antonia sape - va di menta (2011), Galeotto fu il collier (2012), Regalo di nozze (2012), Un bel sogno d’amore (2013), Di Ilde ce n’è una sola (2013), Quattro sberle benedette (2014), Le belle Cece (2015). Nel 2008 gli è stato conferito il premio letterario Boccaccio per l’opera omnia.

sabato 30 gennaio 2016

Rubrica: Cover a tema

Un libro per ricordare, con a tema gli EBREI e i CAMPI DI STERMINIO

Titolo: La sarta di Dachau
Autore: Chamberlain Mary
Prezzo di copertina: € 16,90 in eBook a € 9,99
Dati: 2016, 320 p., rilegato
Traduttore: Mantovani A.
Editore: Garzanti Libri (collana Narratori moderni)

TRAMA
Londra, 1939. Ada Vaughan non ha ancora compiuto diciotto anni quando capisce che basta un sogno per disegnare il proprio destino. E il suo è quello di diventare una sarta famosa, aprire una casa di moda, realizzare abiti per le donne più eleganti della sua città. Ha da poco cominciato a lavorare presso una sartoria in Dover Street, e la vita sembra sorriderle. Un viaggio imprevisto a Parigi le fa toccare con mano i confini del suo sogno: stoffe preziose, tagli raffinati, ricami dorati. Ma la guerra allunga la sua ombra senza pietà. Ada è intrappolata in Francia, senza la possibilità di ritornare a casa. Senza soldi, senza un rifugio, Ada non ha colpe, se non quella di trovarsi nel posto sbagliato. Ma i soldati nazisti non si fermano davanti a niente. Viene deportata nel campo di concentramento di Dachau. Lì, dove il freddo si insinua senza scampo fino in fondo alle ossa, circondata da occhi vuoti per la fame e la disperazione, Ada si aggrappa all’unica cosa che le rimane, il suo sogno. L’unica cosa che la tiene in vita. La sua abilità con ago e filo le permette di lavorare per la moglie del comandante del campo. Gli abiti prodotti da Ada nei lunghi anni di prigionia sono sempre più ricercati, nonostante le ristrettezze belliche. La sua fama travalica le mura di Dachau e arriva fino alle più alte gerarchie naziste. Le viene commissionato un abito che dovrà essere il più bello della sua carriera. Un vestito da sera nero, con una rosa rossa. Ma Ada non sa che quello che le sue mani stanno creando non è un abito qualsiasi. Sarà l’abito da sposa di Eva Braun, l’amante del Führer… La sarta di Dachau è un caso editoriale mondiale. Venduto in 26 paesi, ha conquistato il cuore dei librai e dei lettori inglesi. Una storia di orrore e di speranza, di vite spezzate e della capacità di sopravvivere grazie ai propri sogni. La storia di una donna che non si arrende e che continua a lottare anche quando tutto sembra perso. 

venerdì 29 gennaio 2016

Rubrica: Winterland

Nuovo booktag del venerdì visto sul blog Divoratori di libri

1) Che libro è così caldo e tenero che ti scalda il cuore?

Le mani di papà di Emile Jadoul









2) Qual è il tuo libro con la copertina bianca preferito?

Te lo dico sottovoce di Lucrezia Scali



 
3) Sei seduto/a su una bellissima e comodissima poltrona, nel tuo pigiama preferito, con la copertina della nonna sulle gambe e sorseggi una cioccolata... Ma che librone/mattone stai leggendo?

Let it snow di John Green


giovedì 28 gennaio 2016

Boyne John: Il bambino con il pigiama a righe

Ieri, per la giornata della memoria, non potevo non avvicinarmi a un romanzo proprio su questo tema e visto che questo libro era li da un po' ho pensato che fosse il momento giusto di leggerlo!

Titolo: Il bambino con il pigiama a righe
Autore: Boyne John
Prezzo: € 10,90 (qui)
Dati: 2008, 211 p., brossura
Traduttore: Rossi P.
Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli (collana Burextra)

TRAMA
Leggere questo libro significa fare un viaggio. Prendere per mano, o meglio farsi prendere per mano da Bruno, un bambino di nove anni, e cominciare a camminare. Presto o tardi si arriverà davanti a un recinto. Uno di quei recinti che esistono in tutto il mondo, uno di quelli che ci si augura di non dover mai varcare. Siamo nel 1942 e il padre di Bruno è il comandante di un campo di sterminio. Non sarà dunque difficile comprendere che cosa sia questo recinto di rete metallica, oltre il quale si vede una costruzione in mattoni rossi sormontata da un altissimo camino. Ma sarà amaro e doloroso, com'è doloroso e necessario accompagnare Bruno fino a quel recinto, fino alla sua amicizia con Shmuel, un bambino polacco che sta dall'altro lato della rete, nel recinto, prigioniero. John Boyne ci consegna una storia che dimostra meglio di qualsiasi spiegazione teorica come in una guerra tutti sono vittime, e tra loro quelli a cui viene sempre negata la parola sono proprio i bambini.

LA MIA RECENSIONE
Nonostante avessi visto il film diverse volte e quindi conoscessi benissimo la trama e il triste epilogo, questo libro mi è piaciuto veramente molto. Sia per come è stato scritto, sia perché la storia vissuta  dal punto di vista di un bambino di soli 9 anni renda il tutto ancora più triste e tragico ma nello stesso tempo è piena di innocenza e pensieri positivi. Siamo nel 1942 e Bruno, figlio di un Comandante, è costretto a lasciare Berlino con la sua famiglia per trasferirsi in Polonia dove il padre è stato mandato per dirgere il campo di sterminio di Auschwitz. Da bambino innocente com'è, vede solo la differenza, il degrado che appare tutto intorno a lui e la tristezza perchè è più circondato da amici con cui giocare, e non può esplorare come faceva invece nella grande e lussuosa casa di Berlino. All'inizio cerca di corrompere tutte le persone presenti perchè in quella casa ci sono molte persone che gli fanno paura, soprattutto un soldato a servizio di suo padre. Tenta proprio con tutti, compresa la camerera per convincerli a tornare indietro, che è uno sbaglio restare li, ma con il tempo capisce che d'ora in poi sarà li la sua casa e non ci proverà nemmeno più. Um giorno dalla sua cameretta vede in lontananza un reticolato con all'interno delle persone tutte vestite uguali che lui definisce in pigiama. Non capisce perchè lui è costretto a restarsene li tutto solo, mentre dall'altra parte della rete ci sono tante persone, e forse anche tanti bambini che possono giocare insieme. All'inizio non sa che fare ma poi condivide con sua sorella questa scoperta. Da ragazzina più grande, Gretel riesce a spiegargli che quello è il loro posto, che devono stare divisi da loro perchè sono una razza diversa e non devono averci a che fare. Le giornate passano, tra lo studio e i giochi che Bruno cerca di inventarsi ma si sente solo. Non è molto convinto di quello che le ha detto la sorella e, di nascosto,durante una delle sue esplorazioni all'esterno, arriva fino alla rete che aveva visto tempo prima. Trova per terra tra la polvere un bambino tutto sporco, seduto a gambe incrociate. Shmuel è un bimbo polacco con il pigiama a righe, una stella cucita sulla camicia. E' nato lo stesso giorno di Bruno, anche lui ha 9 anni. Nonostante le differenze visibili, tra i due bimbi nasce subito una grande amicizia, senza pregiudizi e  differenze. Ognuno racconta la loro esperienza di vita e il come sono costretti a vivere uno da una parte e uno dall'altra del reticolato. Bruno ogni giorno porta cibo al suo amico, lo vede triste e non capisce il motivo in quanto considera Shmuel più fortunato, perchè al di la della rete ci sono molti bambini con cui lui può giocare. Ma cambierà idea proprio un anno dopo, quando con Shmuel si ritroverà anche lui dall'altra parte della rete indossando il suo stesso pigiama a righe. Una storia triste, ma che insegna molte cose, pensavo che guardando il film non provassi più niente invece leggere e immaginare è stato altrettanto forte.

10/10

Rubrica: Consiglio un libro

Tre consigli 14 + per non dimenticare!

Titolo: Una mattina di ottobre
Autore: Baily Virginia
Prezzo di copertina: € 16,90 in eBook a € 4,99
Dati: 2016, 407 p., rilegato
Traduttore: Maugeri G.
Editore: Nord (collana Narrativa Nord)

TRAMA
L’alba color acciaio è fredda come la pioggia sottile che si deposita silenziosa tra i suoi capelli e le scivola lungo il collo. Chiara Ravello però ha smesso di farci caso nell’istante in cui si è inoltrata nel quartiere ebraico. Ha come la sensazione che quei vicoli siano stati svuotati di vita e non rimanga che l’eco di una sofferenza muta. Quando sbuca in una piazza, Chiara vede un camion sul quale sono ammassate diverse persone. Tra di esse, nota una madre seduta accanto al figlio. Le due donne si fissano per alcuni secondi. Non si scambiano nemmeno una parola, basta quello sguardo. Chiara capisce e, all'improvviso, incurante del pericolo, inizia a gridare che quel bambino è suo nipote. Con sua grande sorpresa, i soldati fanno scendere il piccolo e mettono in moto il camion, lasciandoli soli, mano nella mano. Sono passati trent’anni dal rastrellamento del ghetto di Roma, e all’apparenza Chiara conduce un’esistenza felice. Abita in un bell'appartamento in centro, ha un lavoro che ama, è circondata da amici sinceri. Tuttavia su di lei grava il peso del rimpianto per quanto accaduto con Daniele, il bambino che ha cresciuto come se fosse suo e che poi, una volta adulto, è svanito nel nulla, spezzandole il cuore. E, quando si presenta alla sua porta una ragazza che sostiene di essere la figlia di Daniele, Chiara si rende conto che è arrivato il momento di fare i conti con gli errori commessi, con le scelte sbagliate, con i segreti taciuti troppo a lungo. Perché solo affrontando il proprio passato potrà finalmente trovare la forza di riannodare i fili di quel legame stretto una fredda mattina di ottobre del 1943…

Titolo: La ragazza con la bicicletta rossa
Autore: Hesse Monica
Prezzo di copertina: € 17,50 in eBook a € 9,99 

Dati: 2016, 298 p., rilegato
Traduttore: Manzolelli C.
Editore: Piemme

TRAMA
È l’inverno del 1943 ad Amsterdam. Mentre i cieli europei sono sempre più offuscati dal fumo delle bombe, Hanneke percorre ogni giorno, con la sua vecchia bicicletta rossa, le strade della città occupata. Ma non lo fa per gioco, come ci si aspetterebbe da una ragazzina della sua età. Hanneke è una “trovatrice”, incaricata di scovare al mercato nero beni ormai introvabili: caffè, tavolette di cioccolato, calze di nylon, piccoli pezzetti di felicità perduta. Li consegna porta a porta, e lo fa per soldi, solo per quello: non c’è tempo per essere buoni in un mondo ormai svuotato di ogni cosa. Perché Hanneke, in questa guerra, ha perso tutto. Ha perso Bas, il ragazzo che le ha dato il primo bacio, e ha perso i propri sogni. O almeno così crede. Finché un giorno una delle sue clienti, la signora Janssen, la supplica di aiutarla, e questa volta non si tratta di candele o zucchero. Si tratta di ritrovare qualcuno: la piccola Mirjam, una ragazzina ebrea che l’anziana signora nascondeva in casa sua… Hanneke, contro ogni buon senso, decide di cercarla. E di ritrovare, con Mirjam, quella parte di sé che stava quasi per lasciar andare, la parte di sé in grado di sperare, di sognare, e di vivere. 

Titolo La scacchiera di Auschwitz
Autore Donoghue John
Prezzo di copertina € 14,00 in eBook a € 6,99 

Dati 2015, 432 p., rilegato
Traduttore Serrai R.
Editore Giunti Editore (collana M)

TRAMA
Novembre 1943. Tra nubi di vapore il treno da Cracovia si ferma cigolando nella stazione di Auschwitz. Trasferito dal fronte russo a causa di una ferita alla gamba, l'ufficiale delle SS Paul Meissner dovrà occuparsi dell'amministrazione dei campi di concentramento. In particolare, dalle altissime gerarchie del Reich è arrivato l'ordine di innalzare il morale delle SS attraverso attività ludiche ma nello stesso tempo edificanti. Meissner decide così di fondare un club degli scacchi dove gli ufficiali possano sfidarsi. Finché nel campo inizia a serpeggiare una voce: tra i prigionieri c'è un ebreo francese, un certo Emil Clément detto "l'Orologiaio", che a scacchi è sostanzialmente imbattibile. In una spirale di orrore e sadismo, Clément è costretto alla sfida più pericolosa e terribile di sempre: giocare contro le SS mentre in palio c'è la vita o la morte di altri prigionieri. Vent'anni dopo, ormai scrittore di successo, Emil Clément partecipa a un torneo di scacchi ad Amsterdam. Non può sapere che proprio in quella città la sua strada si incrocerà di nuovo con quella di Paul Meissner. Cosa ci fa lì? E che cosa vuole ancora da lui? Una storia di amicizia e redenzione, che apre uno spiraglio di luce in uno dei periodi più bui dell'umanità. 

mercoledì 27 gennaio 2016

Recensione: Le mani dell'assassino - Tareq Imam

Questo breve romanzo mi è stato inviato da Atmosphere Libri che ringrazio

Titolo: Le mani dell'assassino
Autore: Tareq Imam
Collana: biblioteca araba
Data di pubblicazione: 21 gennaio 2016
Formato: cartaceo
Codice ISBN: 9788865641743
Pagne: 98 Prezzo: € 12,00
Link per l'acquisto: qui

TRAMA
In un Cairo spettrale, dall'atmosfera cupa e insolitamente piovosa, una metropoli sovrastata da grattacieli abbandonati e popolati da fantasmi, lungo strade affollate da storpi, prostitute e strani manichini animati, vive Salem, impiegato dell'Organismo Centrale per le Statistiche e la Mobilità Pubblica con il "sacro compito" di collaborare al censimento. Salem, "un vecchio di trent'anni", uno dei discendenti dell'Eremita, capostipite di una stirpe di assassini che popolano la città, vive e rivive i fatti di sangue narrati nell'antico manoscritto ereditato dal suo avo e ne mette in pratica gli insegnamenti perpetrando i propri delitti con la mano destra, "quella che lavora sodo", affinché la sinistra, "liscia, superba e amante del lusso", possa completare la stesura del suo diwan, la raccolta di poesie scritte con il sangue di ogni vittima. Un affresco della capitale egiziana e dei suoi abitanti dalle inusuali e sorprendenti tinte gotiche.

LA MIA RECENSIONE
Devo premettere che il libro non mi ha molto entusiasmata non essendo portata per il genere thriller/gotico. Nonostante questo ho voluto tentare la lettura e quello che ho ottenuto è stato solo annoiarmi senza riuscire a intuire il senso di quello che stavo leggendo. L'unica cosa certa è che ci si ritrova nei panni di un assassino che in prima persona narra alcuni omicidi che ha compiuto. Il resto del libro mi è apparso soltanto come un grande buco nero, per restare in tema thriller. Sarà un limite mio, ma non ho colto niente altro pur obbligandomi ad arrivare alla fine per cercare di capire dove l'autore voleva arrivare. Probabilmente è una cosa personale e per chi ama i thriller il tutto risulta molto più coinvolgente e comprensibile. Ma quel che è certo è che il tutto risulta privo di senso logico, vengono narrati molti fatti non legati tra loro e questo complica molto la lettura e la scorrevolezza del romanzo, è difficile riuscire a seguire cosa si sta leggendo e quindi capire la storia.

4/10

Novità TEA: Gli occhi del Salar - Roberta Gallego

Novità uscita il 21 gennaio per TEA

Titolo: Gli occhi del Salar
Autrice: Roberta Gallego
Anno: 2016
Pagine: 320
Prezzo: 15.00 € (qui)

TRAMA
Una mattina come tante altre lo scuolabus di Ardese scompare nella nebbia. E con esso i sette ragazzini che trasporta. Le famiglie sono devastate dall'angoscia. Tutta la Procura è concentrata sulle indagini. Quattro giorni dopo, la richiesta di riscatto. Il caso monta, dalla cronaca locale a quella nazionale. La pista che il sostituto Alvise Guarneri e i suoi colleghi seguono, dapprima esile, via via s'ingrossa fino a coinvolgere tutta la cittadina e alcuni dei suoi abitanti più in vista. C'è un segreto che ha portato a questo atto insensato? È una vendetta che viene da lontano? Perché a pagare devono essere dei piccoli innocenti? Giorno dopo giorno, l'indagine si trasforma in una spaventosa corsa contro il tempo.

Marsilio: proposte per la giornata della memoria

Proposte selezionate da Marsilio per oggi 27 gennaio, la giornata della memoria!

Titolo: Eravamo ebrei
Autore: Alberto Mieli
Pagine: 126
Anno: 2016
Dati: 1° ed.
Prezzo: 15,50 €
ISBN: 978-88-317-2311-4

Link: qui

TRAMA
Alberto Mieli dopo settant’anni racconta per la prima volta alla nipote Ester la sua infernale esperienza da deportato nel campo di concentramento di Auschwitz. «Non c’è ora del giorno o della notte in cui la mia mente non vada a ripensare alla vita nei campi, a quello che i miei occhi sono stati costretti a vedere.» Ricorda la vita in una Roma nazifascista, le leggi razziali e il giorno in cui è stato portato via dalle SS, dopo il tragico 16 ottobre 1943. Rivive, ancora con le lacrime agli occhi, l’arrivo nei campi, l’odore acre dei corpi che bruciavano nei forni crematori in funzione tutti i giorni. Parla del lavoro giornaliero e stremante, dei corpi senza vita ammassati gli uni sugli altri, della stanchezza e della fame continua e cieca che pativa, fame che ha portato alla pazzia e poi alla morte migliaia di deportati. Fame di cibo, di vita, di libertà. «Ad Auschwitz ho visto l’apice della cattiveria umana.» Con queste parole Alberto Mieli racconta, con dolore, aneddoti e luoghi, parla delle torture subite. Ridisegna volti di gente incontrata e poi persa, spiega come sia riuscito a convivere tutta una vita con questa doppia cicatrice: una alla gamba, causata da una granata lanciata dagli Alleati esplosagli troppo vicino e che a volte ancora sanguina, e una più grande nel cuore.

Titolo: Racconti dal ghetto di Lodz
Autore: Abram Cytryn
Pagine: 216
Anno: 2016
Dati: 1° ed.
Prezzo: 16,50 €
ISBN: 978-88-317-2310-7

Link: qui

TRAMA
Ritrovati a Lodz dopo la guerra e conservati dalla sorella per cinquant’anni, i taccuini di Abram Cytryn costituiscono un documento eccezionale e sconvolgente sul ghetto di Lodz, dove Abram ha vissuto dal 1940 al 1944. Vi si descrive la vita quotidiana all’interno dell’universo concentrazionario con una lucidità sorprendente, un forte talento poetico e una frenesia che enfatizza la prossimità della morte. Dimenticati dalla storiografia italiana, nonostante i maggiori studiosi europei della Shoah li considerino un capolavoro della memoria, i Racconti dal ghetto di Lodz si inseriscono a pieno titolo nel solco tracciato da Se questo è un uomo di Primo Levi, dal Diario di Anne Frank e dagli scritti di Elie Wiesel, con i quali condividono un’urgenza drammatica: scrivere per non affondare, «scrivere per lottare contro l’inferno in terra», come sottolinea Frediano Sessi nella Prefazione, «per comporre un’opera letteraria capace di dare voce alle energie vitali di una comunità destinata allo sterminio e alla scomparsa totale; scrivere per ottemperare a un impegno preso con i morti del ghetto o di Auschwitz: innalzare al cielo una targa che obblighi il lettore a ricordare, in ogni tempo e in ogni luogo».


Titolo: La voce dei sommersi
Pagine: 296
Dati: 2° ed.
Anno: 1999
Prezzo: 16,53
ISBN: 978-88-317-7245-7

Link: qui  

TRAMA
Questo libro sfata il mito tragico del silenzio degli innocenti e la convinzione ancor più radicata che i "corvi neri" dei crematori fossero ebrei che avevano deciso di collaborare con i nazisti per distruggere i loro fratelli, rende la parola ai "sommersi", fa sentire la loro voce di testimoni integrali. Essi hanno scritto con la precisa consapevolezza di essere i soli cronisti che avrebbero potuto rendere conto dell’orrore, là dove l’orrore era assoluto.
Nel corso di alcuni mesi, a volte anni, qualche centinaio di prigionieri ebrei, deportati nel campo di concentramento di Auschwitz, visse più di ogni altro l’esperienza della prossimità con l’epicentro della catastrofe. Erano i membri del cosiddetto Sonderkommando, la squadra speciale addetta alle operazioni di sterminio degli ebrei nelle camere a gas e al "trattamento" dei cadaveri nei crematori di Birkenau. La maggior parte di questi uomini venne uccisa dalle ss del campo; solo qualche decina riuscì fortunosamente a sopravvivere e a testimoniare dopo la guerra. Segregati tra i segregati, assistettero giorno dopo giorno alla distruzione del proprio popolo. Tra il 20 e il 26 gennaio 1945, ad Auschwitz le ultime ss fecero saltare in aria quanto rimaneva dei crematori e delle camere a gas. Sotto le macerie, tra le ceneri, rimasero nascoste le annotazioni che alcuni membri del Sonderkommando avevano preso durante la prigionia, scritte, a volte, con il proprio sangue. Sepolti nei pressi dei crematori del lager di sterminio di Auschwitz-Birkenau, questi sei manoscritti raccontano l’inferno, il dolore e la morte, ma anche la speranza di vita e l’anelito di rivolta di coloro che erano destinati a scomparire nel nulla perché ebrei o zingari o politici antinazisti. Per la prima volta la voce del testimone porta il lettore nei sotterranei dei crematori, nelle celle della morte, tra i cristalli dello Ziklon B, il veleno tremendo che veniva usato nelle camere a gas di Auschwitz-Birkenau.

Triskell: Nascosti dal mondo - J. W. Kilhey

Libro suggerito da Triskell per la Giornata della memoria

Titolo: Nascosti dal mondo
Titolo originale: Hidden Away
Autore: J. W. Kilhey
Traduttrice: Barbara Cinelli
ISBN: 978-88-9312-026-5
Genere: Storico
Pagine: 370
Formato: epub, mobi, pdf
Prezzo: € 5,99 

LINK: Qui

TRAMA
Franklin D. Roosevelt ha detto: “Nessun uomo e nessuna forza possono abolire la memoria.” John Oakes e Kurt Fournier sono la prova vivente della verità dietro quelle parole. Sin dai tempi degli orrori della Seconda Guerra Mondiale, John e Kurt hanno arrancato per portare avanti le loro esistenze, sanguinando da ferite che non sono mai guarite. Ora si ritrovano nel 1950: la guerra può essere finita, ma la battaglia per trovare la pace è appena iniziata. John, dottorando alla UC Berkeley e veterano, fluttua attraverso la vita del dopoguerra fino a quando coglie il misterioso Kurt a suonare di nascosto un pianoforte all’università. John pensa di poter trovare un po’ di conforto in compagnia di Kurt ma non sa come creare una connessione con quell’uomo che vive una vita di prudente solitudine. Senso di colpa e rammarico minacciano di invalidare le loro speranze di avere una vita normale. Nessun uomo è un’isola, quindi John e Kurt devono mettere a rischio il loro cuore per trovare la felicità. Sfortunatamente, i ricordi e le paure possono paralizzare anche la persona più forte.

Rubrica: Consiglio un libro

Tre consigli 10-13 per non dimenticare!!

Titolo: Le valigie di Auschwitz
Autore: Palumbo Daniela
Prezzo: € 11,00 (qui)
Dati: 2011, 192 p., rilegato
Editore: Piemme (collana Il battello a vapore. One shot)

TRAMA
Carlo, che adorava guardare i treni e decide di usarli come nascondiglio; Hannah, che da quando hanno portato via suo fratello passa le notti a contare le stelle; Emeline, che non vuole la stella gialla cucita sul cappotto; Dawid, in fuga dal ghetto di Varsavia con il suo violino. Le storie di quattro ragazzini che, in un'Europa dilaniata dalle leggi razziali, vivono sulla loro pelle l'orrore della deportazione.

Titolo: Corri ragazzo, corri
Autore: Orlev Uri
Prezzo di copertina: € 13,50 (qui)
Dati: 2002, 201 p., brossura
Traduttore: Merlo D.
Editore: Salani

TRAMA
Una fuga senza fine e senza la nozione di un fine chiaro, certo, riposante. Solo per salvarsi la vita a tratti, per prendere respiro. Un bambino di otto anni, fuggito dal ghetto di Varsavia - dove ha visto sua madre sparire in un attimo come per una malefica magia - passa da un gruppo di ragazzi alla macchia, a case di contadini protettivi o malvagi e delatori, a soldati tedeschi spietati o umani; dorme sugli alberi, nelle tombe e, a forza di nasconderlo, arriva a dimenticare di essere ebreo. "Ti ordino di sopravvivere" gli aveva detto il padre prima di venire ucciso. E, per avere la forza di seguire quell'ordine, il ragazzo è costretto a cancellare il ricordo del suo passato, della madre e del paese della sua infanzia, come i continui addii del presente. Dimenticando, Yoram concentra tutta la sua energia nel momento in cui vive, povero, affamato, senza protezione, a un certo punto perfino senza un braccio, che il chirurgo si è rifiutato di curare, riconoscendolo ebreo. Ma la corsa prosegue, e "il bambino biondo senza un braccio" rimane in mente come un'inesausta sfida alla morte. In Israele, dove oggi vive e insegna, Yoram Friedman ha raccontato la sua storia - perché questa è una storia vera - che Uri Orlev ha ascoltato dalla sua voce e scritto con commozione e intensa partecipazione.

Titolo: Misha corre
Autore: Spinelli Jerry
Prezzo di copertina: € 9,00 (qui)
Dati: 2013, 239 p., brossura
Traduttore: Ragusa A.
Editore: Mondadori (collana Oscar junior)

TRAMA
Lo hanno chiamato ebreo. Zingaro. Ladro. Nanerottolo. Sporco figlio di Abramo. È un ragazzo che vive nelle strade di Varsavia. Un ragazzo che ruba cibo per se stesso e per gli orfani. Un ragazzo che crede nel pane, nelle madri, negli angeli. Un ragazzo che sogna di diventare uno Stivalone, con alti stivali lucidi e un'aquila scintillante sulla visiera. Finché un giorno succede qualcosa che gli fa cambiare idea. E quando davanti al cancello del ghetto si fermano i carri merci che porteranno via gli ebrei, è un ragazzo che scopre come, sopra ogni altra cosa, sia più sicuro non essere nessuno.

martedì 26 gennaio 2016

Recensione: Ho voglia di innamorarmi - Cassandra Rocca

Ringrazio la Newton Compton per avermi inviato questa anteprima in uscita il 28 gennaio!

Titolo:  Ho voglia di innamorarmi
Autore: Cassandra Rocca
Pagine:320
Prezzo: 9. 90 €

TRAMA
Da quando ha lasciato casa e famiglia per trasferirsi a Los Angeles, Heaven Taylor ha un solo desiderio: trovare la propria strada e sentirsi una donna e soprattutto una giornalista realizzata. Ma la concorrenza è agguerrita e non è facile tenersi il posto neppure in un giornale di gossip. Per riuscirci dovrà ottenere lo scoop del momento: la top model più paparazzata insieme al suo amante misterioso. Decisa a farcela, Heaven si mette sulle tracce dei due a bordo di uno yacht, incurante delle nefaste previsioni del tempo che annunciano una terribile tempesta in arrivo proprio da quelle parti. Dopo varie peripezie, e proprio mentre sembra aver ottenuto le foto tanto agognate, il fortunale si abbatte sulla costa e la povera Heaven cade nell’oceano, vanificando i suoi sogni di gloria e trovandosi a rischio di vita. A salvarla da annegamento certo è David Cooper, che sopraggiunge su una barca bianca come un principe sul suo baldo destriero. Peccato che, nonostante la bellezza statuaria, David non sia propriamente un principe, e forse l’unica persona al mondo che Heaven sperava di non incontrare mai più...

LA MIA RECENSIONE 
I protagonisti sono Heaven e David, due ragazzi veri, semplici e diretti e ci si può proprio identificare in loro. Mi sono subito appassionata alla storia e ho letto il romanzo in pochissimo tempo. Devo dire che quasi mi è dispiaciuto arrivare alla fine perchè avrei voluto restare ancora in loro compagnia. I due non si vedono da qualche anno e il loro  incontro é abbastanza comico: durante una brutta tempesta David vede la ragazza in difficoltà e la salva, portandola sulla sua barca. Lei li per li non è affatto felice di rivederlo, ma si capisce subito che i loro sentimenti non sono mai cambiati, anche se nessuno dei due é disposto ad ammetterlo. Costretti soli fino all'arrivo dei soccorsi si avvicineranno molto e nonostante il loro contiuo battibeccare e stuzzicarsi a vicenda per tutta la durata del romanzo, torneranno a credere nell'amore. Il libro è molto divertente da leggere, adatto per tutti gli amanti del romance, ma anche per chi vuole passare qualche ora senza pensare in quanto è molto veloce e scorrevole.Consigliato!!


10/10

Novità Bookme: A Tor Bella Monaca non piove mai - Marco Bocci

Esce oggi per Deagostini Bookme

Titolo: A Tor Bella Monaca non piove mai
Autore Marco Bocci
Pagine: 224
Prezzo: 12,90 € ebook: 6,99 € (qui)

TRAMA
Cattivi si nasce o si diventa? Mauro Borri sta per scoprirlo a sue spese. Da quando l'ex fidanzata Samantha - bella e sensuale come nessuna - l'ha lasciato per un dottore, Mauro non si dà pace: deve trovare un’alternativa alla sequela di lavoretti senza prospettive, una via d'uscita che gli consenta di riconquistarla e di andare incontro al futuro a testa alta. Ma tra i casermoni di Tor Bella Monaca, dove Mauro è nato e cresciuto sempre giocando secondo le regole e aspettando l'opportunità giusta, la vita è una corsa a ostacoli e un lavoro vero un miraggio. Così, quando gli amici Fabio e Domenico si mettono in testa di rapinare niente meno che la mafia cinese, la tentazione di lasciarsi coinvolgere è troppo forte. Ma improvvisarsi cattivi non è cosa da poco: lo sa bene Romolo, fratello di Mauro, ex delinquente pentito che da anni lotta per conquistare una seconda occasione. E mentre la famiglia Borri, alle prese con un inquilino moroso e le mille ingiustizie dell'Italia di oggi, fa di tutto per restare unita e non soccombere, un destino crudele si prepara a giocare l’ennesimo tiro a Mauro e compagni… Ironico, sfacciato e grottesco come l’umanità che racconta A Tor Bella Monaca non piove mai è un atto d’amore nei confronti di un mondo, quello della periferia più aspra e degradata, pieno di storie, di rabbia e di vita.

L'AUTORE
Attore di teatro, cinema e televisione, Marco Bocci si è diplomato in recitazione presso il Conservatorio Teatrale d’Arte Drammatica “La Scaletta” di Roma di Giovanni Battista Diotajuti ed è stato allievo di Luca Ronconi, che lo ha diretto in diversi spettacoli di successo. Ha recitato nei lungometraggi I cavalieri che fecero l’impresa, Los Borgia, C'è chi dice no, Scusate se esisto!, Io Rom romantica, Italo e L’esigenza di unirmi ogni volta con te. In TV è stato, tra gli altri, Walter Bonatti nella mini serie K2, il Commissario Scialoja in Romanzo criminale - La serie, e Domenico Calcaterra in Squadra antimafia - Palermo oggi. A Gennaio 2016 interpreterà Amedeo Modigliani nella commedia teatrale Modigliani e le sue donne, diretta da Angelo Longoni. BOOKME è il marchio di De Agostini Libri dedicato ai titoli di narrativa adulti e crossover.

Novità Nativi Digitali: Le follie del vampiro Nik – Alessio Filisdeo

Domani 27 gennaio esce un fantasy gratuito per Nativi Digitali

Titolo: "Le follie del Vampiro Nik”
Autore: Alessio Filisdeo
Genere: Urban Fantasy, Pulp, Thriller Collana: Fantasy
Formato: ebook (epub, mobi, pdf)
Link per acquisto e altre info: qui

TRAMA
Avete sentito parlare delle sue scorribande sui blog e sui social network. Avete ammirato le sue prodezze in “Una Notte di Ordinaria Follia”. Ora, il folle vampiro Nik ha un libro tutto per lui! Tra stravaganti nightclub di Mosca, agguati notturni, salvataggi rocamboleschi, improbabili interviste radiofoniche e deliranti sedute di psicoanalisi, avrete un assaggio di quello che l’immortale più fuori di testa del XXI secolo può combinare. “Le follie del vampiro Nik”, un po’ prequel e un po’ approfondimento a “Una Notte di Ordinaria Follia”, spinge ancora di più il pedale sul lato grottesco e ironico della visione Urban Fantasy di Alessio Filisdeo, senza rinunciare ovviamente a una buona dose di pallottole tra una battuta arguta e l’altra. E sapete qual è la parte migliore? Che questo racconto ve lo offre il buon Nik: alla salute!

L'AUTORE
Alessio Filisdeo: nato a Ischia nel 1989, vive a Barano d'Ischia. Comincia a scrivere racconti fantasy, e a tema supereroistico, a sedici anni finchè, una bella notte, non si trova ad assistere per caso alla proiezione del film culto Intervista col Vampiro. Sboccia immediatamente l’amore per la figura del vampiro aristocratico, per il genere gotico e per i grandi classici ottocenteschi. Il passo da fan del genere a fanatico cultore è più breve del previsto. Conclude il suo primo romanzo storico a tinte sovrannaturali all’età di diciannove anni. C’è un solo problema: ormai i “vampiri di una volta” di cui ha scritto sono passati di moda. Ma Alessio Filisdeo non demorde: destreggiandosi tra la passione per la scrittura e alcuni lavoretti part-time (confermando quindi lo stereotipo dello scrittore perennemente squattrinato con tante belle speranze), e spaziando momentaneamente tra più generi e personaggi, aspetta pazientemente il ritorno alla ribalta della creatura dannata in tutto il suo maledetto splendore. Con Nativi Digitali Edizioni ha pubblicato il romanzo “Una Notte di Ordinaria Follia” e il racconto gratuito “Le follie del Vampiro Nik".

Rubrica: Consiglio un libro

Tre consigli 07-10 anni per non dimenticare

Titolo: L' albero di Anne
Autore: Cohen-Janca Irène; Quarello Maurizio A.
Prezzo: € 14,00 (qui)
Dati: 2010, 36 p., ill., rilegato
Traduttore: Cesari P.
Editore: Orecchio Acerbo

TRAMA
Un vecchio ippocastano, nel cortile di una casa alle spalle di uno dei tanti canali di Amsterdam. "Ho più di cento anni, e sotto la corteccia migliaia di ricordi. Ma è di una ragazzina - Anne il suo nome - il ricordo più vivo. Aveva tredici anni, ma non scendeva mai in cortile a giocare. La intravedevo appena, dietro il lucernario della soffitta del palazzo di fronte. Curva a scrivere fitto fitto, quando alzava gli occhi il suo sguardo spaziava l'orizzonte. A volte però si fermava sui miei rami, scintillanti di pioggia in autunno, rigogliosi di foglie e fiori in primavera. E vedevo il suo sorriso. Luminoso come uno squarcio di luce e speranza in quegli anni tetri e bui della guerra. Fino a quando, un giorno d'estate, un gruppo di soldati - grandi elmetti e mitra in pugno - la portò via. Per sempre. Dicono che sotto la mia corteccia, insieme con i ricordi, si siano intrufolati funghi e parassiti. E che forse non ce la farò. Sì, sono preoccupato per le mie foglie, per il mio tronco, per le mie radici. Ma i parassiti più pericolosi sono i tarli, i tarli della memoria. Quelli che vorrebbero intaccare, fino a negarlo, il ricordo di Anne Frank".

Titolo: L' ultimo viaggio. Il dottor Korczak e i suoi bambini
Autore: Cohen-Janca Irène; Quarello Maurizio A.
Prezzo di copertina: € 16,90
Dati: 2015, 64 p., ill., rilegato
Traduttore: Cesari P.
Editore: Orecchio Acerbo

TRAMA
Dalle strade di Varsavia alle mura del ghetto, fino al campo di Treblinka. Un'indimenticabile storia di coraggio, di resistenza e di amore per la vita. E, soprattutto, di rispetto per l'infanzia.

Titolo: Una valle piena di stelle
Autore: Levi Lia
Prezzo di copertina: € 9,00 in eBook a € 6,99 (qui)
Dati: 2010, 224 p., ill., brossura
Editore: Mondadori (collana Oscar junior)

TRAMA
Brunisa ha tredici anni e pensa che il destino le abbia fatto fin troppi dispetti: prima un nome stravagante, poi le leggi razziali di Mussolini e adesso la guerra che devasta l'Europa e mette in pericolo le vite di milioni di ebrei come lei. Suo padre, però, non si rassegna, e decide di affrontare con i suoi un viaggio clandestino per portarli oltre il confine svizzero, in una valle "piena di stelle". Ma il pericolo cresce a ogni passo e non sarà così semplice... Età di lettura: da 11 anni.

lunedì 25 gennaio 2016

Segnalazione: Fiabe per bambini - Marcella Ortali

Vi propongo due fiabe per bambini uscite il 22 gennaio, segnalate da Nativi digitali

Titolo: "E se un giorno sparissi”
Autrice: Marcella Ortali
Editore: autopubblicato
Genere: fiaba per bambini
Prezzo: 0.99€
Formato: ebook

Dove acquistarlo: su Amazon

TRAMA
Racchiusa tra le parole di questa favola c'è la storia di Carlo, un tranquillo bambino, come tanti, che un giorno avrà una sorpresa. Ma non di quelle felici. Una disgrazia, quasi. In agguato nel suo immediato futuro sta per arrivare... un fratellino! La Pedagogista quotidianamente alle prese con decine di bambini e relative famiglie cerca di raccontare, attraverso le sue storie, le emozioni che ci si trova ad affrontare in ogni normale percorso di crescita. In questa storia vediamo alle prese Carlo con la nascita del fratellino: come reagirà? Quali emozioni e reazioni metterà in atto? La mamma e il papà riusciranno a trovare una strategia adeguata per non farlo sentire invisibile?

Titolo: "Danny e l'ADHL”
Autrice: Marcella Ortali Editore: autopubblicato
Genere: fiaba per bambini
Prezzo: 0.99€
Formato: ebook
Dove acquistarlo: su Amazon

TRAMA
Questa è la storia di Danny e Sammy, la sua maestra. Lui è il Re degli Odiatori della scuola, lei è una giovane e grintosa maestra alle prime armi. Lui, non riesce a stare un attimo fermo nel suo banco. Lei, non vuole darsi per vinta. Cosa succederà, quando si incontreranno, alla Scuola Elementare Fiordaliso nella stravagante cittadina di Verdicampi?

L'AUTRICE
Marcella Ortali - Pedagogista, Psicomotricista, Esperta nella Gestione dei Gruppi, Formatrice e Blogger

“I miei bambini mi chiamano La Maestra dei Giochi. Io preferisco immaginarmi come un Calzolaio che, dopo aver studiato i piedi di ciascun bambino, gli prepara scarpe su misura in modo da dargli la possibilità di camminare comodo e sicuro per le strade della vita”.
Ideatrice della Collana Fa_Volando, della quale cura testi e immagini. Pubblica il suo primo libro in versione cartacea nel 2012 del quale ne farà una versione aggiornata e autoprodotta in formato ebook nel 2015. Il testo "Il Bambino nel suo primo anno di vita" nasce dalle docenze che la Pedagogista tiene durante corsi Pre e Post Parto.
Marcella Ortali svolge la libera professione in qualità di Pedagogista e Psicomotricista nel comprensorio della provincia di Forlì-Cesena.

Per Informazioni e Contatti
Email: ortalimarcella@gmail.com
Sito Web: http://marcellaortali.com

Rubrica: Consiglio un libro

Questa settimana proporremo ogni giorno tre libri sulla shoah in ricordo del 27 gennaio, giornata della memoria. Partiamo con quelli per 03-07 anni!

Titolo: Il volo di Sara
Autore: Farina Lorenza
Prezzo di copertina: € 14,90 (qui)
Dati: 2016, 32 p., ill., rilegato
Editore: Fatatrac (collana Grandi albi)

TRAMA
L'incontro tra una bambina e un pettirosso è il tema di questo testo di Lorenza Farina. Se aggiungiamo il contesto storico in cui si inquadra, un campo di concentramento durante la Seconda Guerra Mondiale, e le immagini di Sonia Possentini, ne esce un insieme di potenza e lirismo unici. Il piccolo pettirosso deciderà di portare con sé questa nuova amica dal nastro azzurro tra i capelli, perché la Shoah e i campi di concentramento sono cosa troppo crudele per una bambina.


Titolo: Storia di Vera
Autore: Clima Gabriele
Prezzo di copertina: € 12,00 (qui)
Dati: 2010, 48 p., ill., rilegato
Editore: San Paolo Edizioni (collana Mondo bambino)

TRAMA
Vera non riesce a capire perché è rinchiusa insieme alla sorella Teresa e alla mamma Shara in un enorme campo circondato da reti e pieno di soldati. Quando Teresa si ammala, Vera prova a chiedere aiuto ai militari, ma ottiene solo di essere presa in giro. Alla morte della sorellina, Vera inizia a sognare - ogni notte - di donare un pezzettino del suo grande cuore a quegli uomini che ne sono privi... e un giorno, al risveglio, i nazisti non ci sono più.

Titolo: Il sogno di Lilli
Autore: Magnoli Sara; Pesaro Vaifra
Prezzo di copertina: € 14,90 (qui)
Dati: 2015, 90 p., brossura
Editore: Giacomo Morandi Editore

TRAMA
Costretta a nascondersi con alcuni parenti in casa di amici come una piccola Anna Frank, Lilli attraversa la vita di tutti i giorni, raccontando la sua storia con gli occhi di una bambina che non può uscire né per giocare né per andare a scuola, e che aspetta il suo papà che «lavora lontano», senza sapere che in realtà è stato deportato nel campo di concentramento di Auschwitz.

domenica 24 gennaio 2016

Libri più venduti dall' 11/01 al 17/01

I dieci libri più venduti la scorsa settimana

Il nome di Dio è misericordia (qui)

Nei tuoi occhi (qui)

E' tutta vita (qui)

Ally nella tempesta (qui)

Urla nel silenzio (qui)

La ragazza del treno (qui)

Storia di un cane che insegnò..(qui)

Life and death (qui)

La ragazza nella nebbia (qui)

Te lo dico sottovoce (qui)